Il ritorno degli eunuchi

Probabilmente molti di voi in passato avranno visto i video del Comandante Risorto, poi conosciuto come Incel Italia e infine Cinico, prima che Youtube gli chiudesse i suoi vari canali. Oggi il blog dei Rami Spogli è orgoglioso di presentarvi un suo video inedito la cui pubblicazione era stata programmata su Youtube prima della chiusura dell’ultimo canale dai lui gestito, ovvero Cinico appunto.

Il video inizia con una digressione storica sulla figura dell’eunuco nella corte imperiale Ming della Cina del ‘400 e nell’Impero ottomano del secolo successivo, per poi focalizzarsi sull’Italia del tempo presente e sulla nascita del movimento femminista #metoo nostrano, appoggiato da quelli che l’autore del video definisce i “nuovi eunuchi”, ovvero uomini del moderno Occidente caratterizzati da bassi livelli di testosterone che come i loro predecessori cinesi e ottomani risultano utilissimi al sistema dominante in quanto “uomini solo a metà”, che non mettono in pericolo i veri centri nevralgici del potere odierno. Infatti questi “nuovi eunuchi”, come le donne, sono prima di tutto impegnati a costruire un nuova immagine di sé che risulti il più conforme possibile alla moderna narrativa dominante che vuole la sparizione della mascolinità e la trasformazione degli uomini in figure androgine e sottomesse ai dettami femministi e liberal-progressisti, che lottino per mantenere vivo lo stesso sistema che li ha resi tanto docili quanto impotenti.

Esempio di “nuovo eunuco”

Questi eunuchi moderni sono numerosissimi e in costante crescita, appunto perché il moderno sistema liberale si assicura di castrare il più alto numero di giovani maschi possibile, attraverso la somministrazione costante di propaganda devirilizzante tramite i mass-media (si pensi alle serie tv prodotte da Netflix o Amazon), che espone i bambini fin dalla più tenera età a modelli di riferimento “progressisti” che raffigurano positivamente le donne “forti” e i maschi femminilizzati o comunque progressisti, mentre dipingono in maniera negativa la figura del maschio virile e con punti di riferimento morali e tradizionali ben stabili. Anche il cibo fa la sua parte, con estrogeni sempre più presenti nella dieta moderna, così come i componenti dannosi per l’assetto ormonale maschile. Inoltre molti ambienti d’ufficio moderni contribuiscono a “castrare” l’uomo costringendolo a condividere gli stessi spazi lavorativi con donne spesso ben disposte ad accusare di molestie qualunque uomo (non bello ovviamente) osi rivolgere loro la minima frase o battuta arbitrariamente ritenuta “inopportuna”, rovinandogli la vita, la carriera e la reputazione.

Altro esempio di “nuovo eunuco”

L’uomo moderno si ritrova così a spegnere la sua forza virile in favore del quieto vivere e dell’accettazione sociale, compiendo un quotidiano esercizio di autocastrazione. Come afferma l’autore del video quindi, gli eunuchi non hanno mai abbandonato le corti del potere, hanno solo cambiato le loro vesti. Al video di Cinico vorrei comunque aggiungere una piccola postilla: oggi non sono solo i soy boy sinistroidi a poter essere ritenuti eunuchi, ma anche tutti quegli uomini cosiddetti “”””identitari”””” o comunque “di destra” che anziché propugnare istanze autenticamente tradizionali e virili si riducono a fare da scendiletto a tradthot promiscue e para-femministe tanto quanto le sinistroidi liberal-progressiste da centro sociale, si pensi ad esempio ai soggetti di cui si è trattato in questo articolo. Ormai, su qualsiasi fronte politico e di pensiero, sono rimasti pochissimi gli uomini che riescono a sfuggire a queste dinamiche castranti e devirilizzanti.

4 pensieri riguardo “Il ritorno degli eunuchi”

  1. Ho visto qualche video di Cinico e mi stava simpatico. Non sapevo della chiusura del canale, tra l’altro incomprensibile visto la pacatezza e la razionalità con cui esprimeva i concetti. Nei video che ho visto io non ha mai offeso nessuno, in altri non lo so. Comunque hanno proprio rotto le palle, i social soffrono di gigantismo autodistruttivo e faranno la stessa fine dei dinosauri che avevano la stessa patologia. Poco male, ci ritroveremo ad affollare lo struscio dei paesi come ai vecchi tempi.

    1. Il comandante risorto lo seguo dai tempi del forum di Skop. Ai tempi pensavo avesse un enorme talento, era estremamente disagiato, incel vero stuprato dalla vita e bannato per IP dalla vagina.

      Ottimo lavoro. Anche se il meme dei mangiasoia è un pochino vecchio, va bene anche rimemarlo perché sempre vero.

      Comunque quali sarebbero i valori del cosiddetto progressista? Io pensavo che il progressismo fosse una assenza di valori, proprio per definizione. Se il progressista genericamente “va verso il progresso” in poche parole ha solamente un bias cognitivo. Bias progressista è una generica preferenza per la novità, una generica attitudine passiva ad accettare cambiamenti sociali che vengono imposti. Tutto qua. Il progressista secondo me andrebbe chiamato “passivista”, o qualcosa del genere. Perché la parola “progressista” evoca nella mente la parola “progresso”, ma abbiamo visto che il progressista non definisce nemmeno cosa intende per “progresso”. Bisogna anche considerare che il progresso può essere implementato in qualsiasi quadro politico, non è che progresso è esclusivo in un solo contesto politico. Chiunque capisce che per andare avanti bisogna innovare, lo capiscono tutti tranne il cosiddetto presunto “progressista”, che io propongo di rinominare “passivista” per rimarcare il fatto che è solamente un consumatore passivo.

    2. I primi canali glieli hanno chiusi perché insultava gente tipo Belen, gente popolare. Adesso si è calmato, pare.

      Risorto, hai considerato Bitchute? Il tasso di conversione da YouTube a bitchute di solito è meno del 20%. Per questo motivo, se vuoi far partire un nuovo canale puoi fare come styxhexenhammer666 (utente popolare su /Pol/ libertario amico della destra cosiddetta “dissidente”). La strategia, da quello che ho capito, funziona così: su YouTube crei i contenuti politicamente corretti, quelli impossibili da censurare, dopo crei contenuti separati per bitchute.

      Devi dare per scontato che verrai bannato, pensare al fatto che verrai bannato come una assoluta certezza e quindi iniziare a muovere utenti su media alternativi.

      Bitchute fa schifo? Non importa, garantisce comunque più libertà di espressione dei media mainstream gestiti dalla silicon six.

      Altri media da considerare:
      – xvideos. Canale porno dove pubblicano contenuti vari MGTOW.
      – Pornhub. Porno, di nuovo usato per condividere video, basso tasso di censura (per ora).

      Altri media:
      – radio
      – usenet
      – piazza
      – attivismo nella vita reale

      Altre idee? Boh. Magari apro un mio canale. Più siamo meglio è.

  2. https://europa.today.it/attualita/eunuchi-india-trans.html
    Da wikipedia :
    Particolarmente favorevoli all’uso sessuale degli eunuchi, stando agli storici del tempo, furono alcuni imperatori come Nerone che

    «…dopo aver tagliato i testicoli al giovinetto Sporo cercò anche di trasformarlo in donna e se lo fece condurre in cerimonia solenne con tanto di dote e velo rosso, come nei grandi matrimoni, e lo tenne accanto come se fosse una moglie[8][9][10]»

    così giusto per ricordare che i”gay” non sono quelle eterne vittme che si raccontano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *